Calaiò: “Più importante andare in A che vincere la classifica cannonieri”