Editoriale – Duttilità ed esperienza, è già un Catania da corsa