Catania, alibi finiti e un obiettivo dichiarato: il sesto posto