Calciomercato

Pedullà: Catania su Melchiorri, ma l’attaccante vuole la Serie A

Melchiorri21 pescrasport24it
Comments (7)
  1. gaetano scrive:

    Ecco allora è meglio non prenderlo se già non vuol venire

  2. Max scrive:

    Acqua d’avanti e ventu d’arretu

  3. Max scrive:

    Bisogna allestire con ponderazione guardando anche in casa propria.
    Il Carpi e’ andato in A con quattro soldi e un paio di gregari messi al posto giusto.

  4. daniele87r scrive:

    Di Pedullà non mi fido abbastanza. Indovina poco.Ricordo che tre estati fa’ si portava la testa per Rolin che era inseguito da Inter,Lazio e Parma e mai menzionò il Catania che prese il giocatore (era meglio che non lo prendeva).
    Per non parlare di José Sosa ex Bayern. Diceva sempre il Catania in pressing sul giocatore ma l’argentino preferisce il Parma altra squadra interessata e alla fine lo prende il Napoli che mai aveva nominato.

    Notizie più fondate sul mercato le da Di Marzio o Di Stefano.

  5. Eufemistico80 scrive:

    Cmq io mi porto la testa e stravedo per questo giocatore, che insieme a Bjarnasson e Gatto, poi un bel terzino sinistro sarebbe gradito, completerebbero la squadra. La domanda è una: Perchè scegliere la B e soprattutto la brutta aria che al momento cìè a Catania piuttosto che la serie A?

  6. daniele87r scrive:

    Vero! Bjarnason sarebbe un colpo da 90! Ma la vedo difficile che resta in B e poi Sebastiani (pres. Pescara) non ha menzionato il Catania delle squadre interessate all’islandese anzi ha detto che il Catania e’ interessato a molti del Pescara (Zuparic,Brugman e Politano).
    Comunque Gatto e’ un buon elemento ma se e’ vero che segue Defrel sarebbe l’ideale per il gioco di Marino.

  7. iasone scrive:

    Dicono che ha firmato con il Cagliari per meno di quanto offriva il Catania!!

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

Testata giornalistica sportiva iscritta nel registro giornali e periodici del tribunale di Palermo N.1/2016 del 17/01/2015 Direttore Responsabile: Daniele Di Frangia